skip to Main Content

PROCRASTINARE – Cause, effetti e soluzioni

In una società come quella attuale, piena di distrazioni “social”, PROCRASTINARE è un cancro che rovina la vita delle persone.

 

Credo che questo sia un pericolo che tutti comprendono ma che solo pochissimi riescono a combattere efficacemente.

 

Chi PROCRASTINA di solito se ne rende conto ma non solo continua a farlo, ma tende a ricadere nell’errore sempre di più, sai perché questo accade?

Per una ragione molto semplice che ha a che fare col funzionamento del nostro cervello (tranquillo, non è mia intenzione ammorbarti con spiegazioni incomprensibili e interessanti come osservare la vernice che si asciuga 🙂 ).

Ma partiamo dalle basi, cosa significa esattamente PROCRASTINARE?

Procrastinare significa RIMANDARE qualcosa di IMPORTANTE, per fare qualcosa che importante non è (ma di solito è piacevole).

Quindi ci sarebbe 

  • quella telefonata al cliente con cui sei in rotta di collisione,
  • la chiacchierata con tuo figlio dal quale ti stai allontanando,
  • tua moglie che si lamenta perché non passate abbastanza tempo insieme,
  • quell’argomento da studiare che ti sarebbe così utile per il tuo lavoro ma che, alla fine, non riesci mai a “trovare” il tempo per svolgere queste azioni…

(ovviamente che non riesci a “trovare” il tempo è una cazzata, ma di questo abbiamo già parlato in articoli precedenti).

Ma tu preferisci leggere un po’ di informazioni irrilevanti sul web o fare una partitina al tuo giochino preferito.

 

Quando ho iniziato a tenere corsi di Gestione del Tempo ho subito capito che c’era un paradosso che per me sarebbe stato un enigma da risolvere: sono proprio le persone più inguaiate col problema del procrastinare che rimandano all’infinito la sua risoluzione, e questo accade non perché siano stupide, ma per delle ragioni ben precise che ti vado a mostrare adesso.


Innanzitutto, cosa succede di preciso quando PROCRASTINI?

Quando rimandi qualcosa di importante, hai ovviamente una conseguenza negativa diretta e immediata. 

Non stai agendo per risolvere il tuo problema specifico e quindi, a meno di interventi divini (che purtroppo capitano piuttosto raramente), il problema te lo tieni finché campi!

Per tornare agli esempi fatti prima:

  • se continui a non chiamare quel cliente importante per risolvere il problema, alla fine questo evaporerà come neve al sole e andrà da un altro,
  • se continui a trascurare tuo figlio, il rapporto si deteriorerà sempre di più
  • se continui a non vedere il consorte…beh, lo sai come vanno a finire queste cose, no?

La cosa sulla quale voglio invitarti a riflettere però è che le conseguenze negative dirette non sono le uniche, infatti ci sono ulteriori effetti collaterali negativi che le persone tendono a trascurare ma che invece sono di vitale importanza in quanto sono la motivazione principale per cui le persone continuano a procrastinare.

 

Quando stai fermo infatti ci sono due conseguenze indirette molto gravi.

1) NON stai imparando niente di UTILE 
2) stai COSTRUENDO e RINFORZANDO un’abitudine NEGATIVA.

Partiamo dalla prima. 
Ogni volta che ti metti a svolgere una qualsiasi attività, anche se sbagliata, stai imparando qualcosa, ne ricavi una lezione che ti sarà utile per il futuro.

Diciamo che fai la telefonata al cliente importante di cui parlavo prima. 
Magari ti rendi conto che non vale la pena tenerlo perché le condizioni che ti propone sono inaccettabili, oppure che ci sono stati dei fraintendimenti in passato di cui non ti eri reso conto.

Inizi a trascorrere del tempo di qualità con tua moglie e capisci quanto la ami e quanto ti rigeneri stare con lei, oppure che le cose sono cambiate e che sarebbe meglio per tutti e due separarsi. 

Fai la famosa chiaccherata con tuo figlio e ti rendi conto che, se vuoi riguadagnare la relazione con lui, bisogna che ti approcci in modo diverso, visto che ormai non è più un bambino…

Mi segui?

Il concetto è che, quando agisci, impari se le tue ipotesi iniziali erano corrette o meno e quindi puoi compiere delle azioni correttive.

Al contrario, sai cosa impari ogni volta che stai con le mani in mano?

A stare con le mani in mano!!!

E qui mi ricollego al secondo effetto collaterale negativo, quello che rende sempre più difficile smettere di procrastinare.

PROCRASTINARE crea l’ABITUDINE a PROCRASTINARE!

 

Questo significa che aumenti la possibilità che starai fermo anche la prossima volta che ti troverai di fronte ad una situazione come quella citata in precedenza.
E’ un fenomeno legato al come funziona il nostro cervello, crei delle sinapsi (collegamenti tra neuroni) che renderanno ancora più automatico percorrere la stessa strada la prossima volta.

Ti rendi conto di quali conseguenze nefaste avrà nella tua vita?

Lo spiego molto chiaramente nel BONUS SEGRETO che regalo a chi si iscrive al METODO OLMETTO® entro il 31 Agosto.

Se non sei un procrastinatore non ti serve, ma se sono anni che ci sbatti la testa e vuoi liberartene una volta per tutte, AGISCI SUBITO.

CLICCA QUI E ACCATTATI IL BONUS SEGRETO

Pace, Bene e Trigu Meda
Eugenio

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Utilizziamo i cookie per assicurarti di darti la migliore esperienza sul nostro sito web.

Back To Top